Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2015

Torta di Cachi

Anche il cachi puó trasformarsi in un insolito dolce adatto ad una colazione rustica, o ad un buffet misto. Ricco di fibre e vitamine da alla giornata una buona  carica, magari accompagnandola con una spremuta fresca o un buon tè o caffé alla menta .



Torta di Cachi

ingredienti:
600 g di cachi maturi sbucciati e sgocciolati
310 g di farina senza glutine, (qui ho usato farina per pane Giusto )
2 uova grandi
180 g zucchero
1 bustina di lievito
50 g olio di semi di mais
Due punte di cucchiaino di semi di vaniglia


Primo passaggio, sbucciare i cachi e lasciarli sgocciolare un poco in un passino, in modo da recuperare i liquidi (volendo si possono triturare grossolanamente a mano o passare al passaverdura .. oppure cercando di eliminare le parti fibrose, si utilizza il frullatore ad immersione)
In una ciotola sbatto le uova con lo zucchero e i semi di vaniglia, aggiungere la farina piano piano ed infine inserire la polpa di cachi. 
Continuando a mescolare si incorpora l'olio di mais sinchè …

Veraci alla Maniera di Goro

Semplici e gustose, con quel tocco in più che ha dell'insuperabile..   se poi sono le Veraci di Goro "raccolte" fresche bhè...  non c'è  più storia!


Personalmente è stata la prima volta in assoluto che ho cotto le vongole..col guscio. Ebbene si, mea culpa..siccome non sono così amante dei molluschi bivalve ... e non so fare a gestirli, cerco sempre di evitarli, al massimo mi appoggio ai vasetti sotto salamoia o a quelli surgelati.
Questa volta però, fresche che più fresche non si può: mentre scaldavo l'olio continuavano a tirar fuori il piede e provavano a colpirmi con spruzzi di acqua!!  Fortissimo però.. inquietante pure, ma troppo divertente.


Una tranquilla uscita in canoa nel nostro splendido parco del Delta del Po, con partenza dal porto turistico di Goro, si è concluso con una bellissima tavolata ospiti del gruppo ............................
spaghetti alle vongole e cozze in quantità!  Veramente buonissime... alleggerite in piccante.. i nostri ospiti teme…

Placki Ziemniaczane , gustati e da subito amati

Finalmente posso fermarmi un paio di minuti, continua infatti ad essere un periodo pieno di progetti ed impegni, ed il mio piccolo diario ne ha risentito un bel po'; questo non mi ha tolto la voglia di cucinare e sperimentare..oltre a continuare nei vari spostamenti fuori dal Castello, ad assaggiare nuovi piatti per poi riportarli all'interno dei bastioni con le versioni gluten free.

Quando abbiamo avuto la fortuna di fare una capatina verso i paesi dell'Est Europa ( si si, il post a riguardo è ancora fermo.. sob... ma non demordo, ce la farò!) in particolare molti giorni li abbiamo trascorsi in Polonia, a Cracovia per l'esattezza, e tra le bancarelle, un po' troppo turistiche alla fine della corsa, ho osservato tantissime specialità locali, alleggerite di sicuro dalla presenza dei turisti che stanno invadendo da ogni dove, la cittadina polacca. Ma questo non mi ha fermata dal fare domande ai vari venditori di prodotti ....si sì, in placco ! Ma vi pare!? A Cracovi…

Pasta al torchio con farina Mulino della Giovanna e Teff

Mai provato! sempre avuto la curiosità... eppure l'unico incontro che ho avuto con la farina di teff è stato anni fa, quando in un negozio etnico mi sono lasciata tentare da questa strana farina scura.. insolita... ed estera. Per curiosità l'avevo presa, traducendone alla bene e meglio ( forse più peggio a dire il vero) la ricetta segnata dietro... il pane tipico Etiope, l' Injeria. A casa di sicuro non siamo stati troppo amanti del risultato, e per un po' ho accantonato l'idea di poter proporre questa tipologia di cereale. Mea culpa, ho sbagliato dosi, tempi e varie nell'uso del Teff.. purtroppo.  Recentemente alcune ditte di farine senza glutine lo stanno proponendo nelle più disparate ricette, dal pane alla pizza.. infine la pasta secca. esistono pure preparati già miscelati con questa farina, uno di questi mi ha particolarmente attirato.. non so perchè, ma è stato un colpo di fulmine quando ho incrociato la confezione sullo scaffale...e così è entrata subi…

Plum Cake con sorpresa, miscela Amo Essere senza glutine .... da Eurospin

Eh si, non ho mica scritto male, anche discount come Eurospin, dopo le più famose catene della Gdo (Coop, Conda e DeSpar,..) e altri discount che si fermano a prodotti pronti ( Lidl, In's , ..)  ha lanciato una linea senza glutine che però comprende anche due preparati in farina. Una per pane e pizze ed una per dolci, come la miscela "tantetorte" . Nel pacchetto ci sono anche già segnate diverse ricette da poter fare senza troppe ricerche di materiali.. basta aggiungere i liquidi ed il gioco è fatto.. neppure lo zucchero ho messo: stava già dentro.

Qualche modifica sulla ricetta l'ho fatta.... dopotutto i gusti sono gusti, così l'idea di insaporire con polvere di agrumi canditi e barrette al cioccolato ...( devo trovare il modo di finirle entro Pasqua sennò il congelatore potrebbe esplodere !!)


Veniamo alla composizione della miscela (400 g a pacchetto) per farci un'idea degli ingredienti:
farina di riso, zucchero, agenti lievitanti :difosfati, carbonati d  …

Gnocchi alla Romana .... con semola senza glutine

Giovedì si sà, giorno oramai assodato per gli gnocchi, o i gnocchi...  insomma, uno o più sempre gnocchi debbono essere. a mezzogiorno o sera, purchè un piatto ogni quarto giorno della settimana deve essere sulla tavola degli italiani.

Possiamo proporre i classici, quelli di Patate, con o senza uovo nell'impasto,.
E se invece come noi amate la zucca, proviamo i Topini.
Non siamo ancora felici' Vogliamo cambiare? Ecco che ci vengono incontro i Nudi.
Ma il mese ha ancora un'altro giovedì..e questa volta?
Non demordiamo, Ci aspettano caldi dai monti alpini gli Spatzle.
Più semplici e poveri? i Gnòc ad Pàn come da tradizione Ferrarese.
Ancora? guardate che c'è ne è ancora, ecco i Gnocchi di Fagioli.
Andiamo sulle isole nostrane? Che ne dite della Sardegna e dei suoi Gnocchetti sardi!
Stavo quasi per dimenticarli.. i mitici Gnocchi dell'Alpino!

Ma non è certo finita! Questo Giovedì devono assolutamente esserci in tavola, vista pure la stagione fresca, i favolosi Gnocch…

Vellutata da Strega...Cavolo Verza Viola

Ci sono quei giorni in cui, nonostante tutto il sole che ancora ci accompagna nella giornata, si ha bisogno in serata di rigenerarsi anche a tavola, continuando a ma tenere il tepore della giornata.
Questa é stata creata proprio per riprendersi da una di queste giornate apparentemente calde, ma mai come ora così fredde...

L'arrivo dell'autunno regala colori e varietá impensabili di frutti della terra, di tonalità simili tra loro.. arancio, verde, bianco, viola al massimo... ci si ritrova cosí a reinventare l'uso del cavolo verza, verdura che inizierà a seguirci (fresco fresco) per tutta la stagione. Ma che uso!


Crema di Cavolo Viola

Ingredienti
Un cavolo verza rosso
Una piccola cipolla
Una patata media
Qualche cucchiaio di farina di riso*
Un litro di brodo di carne fresco (in alternativa acqua e brodo granulare)
Olio EVO
Sale - pepe - semi di lino a piacere

In una pentola preparo il brodo caldo, in una seconda casseruola a bordi alti soffriggo nell'olio una piccola ci…

Corso Cucina

Conoscete le farine Revolution? Non ancora? Se siete a Ferrara ora avete l'occasione di provarle grazie ad un nuovo appuntamento organizzato da Mamey Ferrara in collaborazione con AIC Emilia Romagna.


Domenica 25 Ottobre 2015 dalle 9 alle 13 





In questa occasione potrete panificare con le farine Revolution, gustarvi una birra Green's e seguire passo passo il maestro della giornata, lo chef Marco Scaglione.
Farine e birre ovviamente Gluten Free.


Per informazioni e prenotare il vostro posto al tavolo di lavoro chiamate Mamey Ferrara 0532770094 o al numero 3476989430.



Il Corso si svolgerà a Ferrara presso il salone grande della Casa del Volontariato, zona San Giorgio, sede della AIC Ferrara, in via Ravenna 52... entrata da via Ferrariola.





Qui la mappa


Versione "sbagliata" del dolce di Ernst Knam.. "ma che Diavolo di Pasticceria" davvero ... dall'esperimento al dolce

Eh si,proprio da questo programma, incrociato per caso in un annoiatissimo zapping molto serale, mi ha folgorata. Non sto certo a snocciolarvi il sunto del programma o la tematica, per quello basta andare su google, ma neppure vi presento il dolce ed il suo ideatore, Ernst Knam, poichè quest'ultimo non credo abbia bisogno di presentazioni.. oltretutto su Real Time in questi anni lo si incontra spesso in diversi programmi, per cui, zapping libero oggi , verso il 31..e magari la prossima volta che passo a Milano, una capatina nella pasticceria Knam cerco di farla..magari ha qualche meraviglia senza glutine.. quest'anno non eravamo propriamente vicini.. ma al prossimo giro bhè... potrebbe essere una meta per la mia finalista dei giochi matematici... chissà...  sicuramente per lei sarà un traguardo da tenere in considerazione seriamente visto quanto segue i suoi programmi.
Fatto stà che sono passata sul canale a dolce oramai cominciato ..e temo pure a dosi, sigh... stavano sforna…

Fresca tartare di Cavallo

Lo so lo so. il piatto è "vecchio" ..nel senso che l'ho fatto diverso tempo fa, ma non per questo non lo ripropongo mai, anzi, le pesti hanno iniziato ad adorarlo quanto me, in particolare la grande, che in piena fase di crescita, richiede quantità incredibili di carne al sangue (possibilmente) per sfamarsi.

Ne ho approfittato la prima volta, per portare questa specialità francese che mia suocera mi preparava i primi mesi di "fidanzamento" col pestifero grande. Certo, lei ne preparava moooooolta di più, io resto su piccoli bocconi per sfamare l'appetito di inusuali piatti delle pesti.
Come sempre, in questi casi, vado a occhio.. dipende dalla voglia che abbiamo a casa e dal sapore che in quel momento voglio sentire nel palato. Mai comunque meno di 500 g di carne.
Ogni volta che la faccio mi dico.."Jè ricordati di fare un'altra foto, che non ne hai una buona.." ma come sempre, il tempo di tirar fuori il piatto e avvicinarlo alla tavola e per c…

Pappardelle agli Agrumi con Pasta Fresca

Voglia di pasta fresca, ma col sapore estivo... Un piatto che fa alta cucina ed è velocissimo da fare, semplici pappardelle all'uovo senza glutine, irrorate con burro aromatizzato all'arancia e limone. Così profumato e delicato che un piatto tira l'altro.
La Pasta Fresca (Pasta Sfoglia all'Uovo) In questo caso ho utilizzato il Mix per pasta fresca di NutriFree 250 g Mix Pasta fresca 3 uova due giri di olio Evo pizzico di sale


in una ciotola ( o nel ciotolone dell'impastatore) versare la farina, aggiungere lentamente al centro le uova e impastare, aggiustare col pizzico di sale e due giri di olio EvO. Creare un bell'impasto sodo , se serve uno o due cucchiai di acqua calda, in questo caso non mi è servita) e lasciar riposare un poco l'impasto prima di stenderlo col matterello. Ricavare delle strisce larghe di impasto, arrotolarle un poco e tagliare il salamino arrotolato nelle classiche pappardelle che riuniremo a nido in attesa del tuffo in acqua salta.

In una pento…

divertimento di stoffa

Complice l'arrivo del cuginetto e la richiesta della futura mamma di un "fiocco" per la nascita del pupo.. .. anche quella del posizionamento fiocchi il giorno dell'arrivo è un'avventura da rotolare dal ridere.. e che ridere, ho ripescato il mio kit di pannolenci e feltro, che giaceva da tanto tempo, troppo, a riposo...  non ricordo neppure più l'ultima volta che lo usai.. dei piccoli animaletti portafortuna era il tema, ma temo oramai siano passati almeno dieci anni! Veramente troppo tempo!

Bhè gira che ti rigira, avevo in mente le idee per il fiocco.. che poi sono diventate due.. infine tre ..e mi sono fermata sennò riempivo casa e giardino dei cugini, idee che non erano partite in feltro, ma con altri materiali,.. trasformati però in feltro per le esigenze estetiche che volevo rendere.. bhè alla fine il kit è rimasto a disposizione per divertirmi con altri piccoli lavori...  regali per compleanni dei compagni di scuola delle pesti, ognuno personalizzato, …

Cipolle all'AgroDolce di Elena

Due righe veloci per descrivere questo piatto, semplicissimo, saporito (magari in preparazione pure troppo) di cui la peste grande va pazza. Normalmente la parola cipolla la fa scappare a gambe levate, tanto da poter tener testa ai runner più esperti sui cento metri... ma quando sono portate a tavola così. tutto cambia.
Di per sè è una semplificazione della tradizionale ricetta, delle Borrettane in agrodolce con aceto balsamico. La peste adora quelle gigantesche bionde... se trovo delle Borrettane abbastanza grandi, sono quelle ad essere tuffate nel suo piatto, ma accontentiamoci delle bionde per ora.
Cipolle all'Agro di Ele

Sei cipolle bionde grandi
Una bella pentola piena di acqua, un litro e mezzo/due
Due bicchieri di aceto di vino, meglio se rosso 
Due foglie di alloro
Qualche fiocchetto di burro (tre-quattro cucchiai)
Zucchero di canna q.b.
Sale
Aceto Balsamico
Pentolino antiaderente basso o in alternativa pirofila da forno


Nella pentola con acqua aggiungere aceto e alloro, oltre ad un…

Fresca Torta di Alici al Limone

Non vediamo l'ora che arrivi la stagione delle Alici. qui al castello siamo ghiotti di pesce azzurro, in particolare Alici e sarde, come pochi. Mai provate?  Le pesti hanno imparato sin dai primi anni a pulirle, anche se a fatica e un poco massacrandole le prime volte, ma pian piano hanno affinato la tecnica. Certo tendenzialmente preferiscono questo pesce con cotture tradizionali, ma non disdegnano di assaggiarlo fresco e semplice, con un filo di olio Extravergine di Oliva e diverse gocce di limone. Quando passiamo in pescheria e lo incrociamo, se l'occhietto bello vispo dice "assaggiaci..guarda come siamo belle fresche" è sicuro che almeno un paio di chili passano sulla bilancia giusto per noi. Un pesce ricco sotto diversi punti di vista, eppure è povero e non attacca il portafoglio. Certo c'è da lavorarci un poco, ma i benefici che ne derivano sono enormemente ripagati. Da subito, fonte di Omega 3 e vitamina A. Ovvero ricco di antiossidanti, rd è anche anti c…

Emiliano Ovunque lo Guardi

Certo che partecipare a contest e gruppi di collaborazioni di ricette non è mai semplice...  per il Castello (come tanti altri però!) poi che stà in questo periodo affrontando giornate pesanti sotto vari aspetti, la problematica del voler ma non poter si ingrossa assai.
Ma quando si parla di Emilia, come non partecipare? Dopotutto vivo in una emilianissima città, anche se spesso al si pensa romagnola perchè da un lato la provincia è bagnata dal mare..ed è appiccicata alla Romagna, eppure la nostra cucina non mente: siamo emiliani, volenti o nolenti ..ma sinceramente a me starebbe bene tutto....
Amo la mia regione, che sia il lato vicino ai monti ricchi di fresco e conchiglie (si conchiglie!!), oppure quello che odora di salsedine e s'affaccia sul bel Adriatico, o ancora le infinite lande basse e senza curve, questa è l'Emilia Romagna!
E così approdo in questo insolita, per me, partecipazione.. tema? Piatto emiliano rivisitato ma con un ingrediente base, il Parmigiano Reggiano…